Caratteristiche tecniche imprescindibili di un blog


Come deve essere fatto un blog dal punto di vista informatico? Quali caratteristiche deve avere? Quali funzionalità deve supportare?

La risposta viene da sé anche solo se proviamo ad immaginare, nelle nostre pause quotidiane, quante volte prendiamo in mano un cellulare per curiosare cosa hanno messo nel proprio “stato” i nostri contatti in WhatsApp, quali storie hanno caricato i nostri amici in Facebook, Instagram o Messenger. Detta in altri termini, abbiamo tutti una grande fame di STORIE. Storie da vedere e curiosare, storie da raccontare.


Parliamo di STORYTELLING, ovvero del potere della narrazione (anche) nel marketing, perché, come afferma con convinzione Seth Godin, “Il marketing non si basa più sulle cose che fai, ma sulle storie che racconti”. Ecco con poche e semplici parole quali sono le nuove frontiere del marketing e quanto sia potente lo storytelling nelle odierne strategie di comunicazione.

È proprio questo il motivo per cui una catena di Hotel che include anche alcune strutture “family” decide di “perdere tempo” nello scrivere un post dal titolo “5 idee gioco da fare in casa”. È per queste ragioni che Ikea nel proprio blog racconta, ad esempio, come lo stile di vita di Ikaria racchiuda il segreto per una lunga vita.

Un racconto che avviene in multicanalità, ovvero attraverso una pluralità di social network (da Facebook a Linkendin, da Instagram e Pinterest e Youtube), ma anche attraverso la messaggistica istantanea (WhatsApp e Telegram) o strumenti come Google My Business e Google Maps (con benefici effetti anche in termini di posizionamento sui motori di ricerca), passando ovviamente anche per lo strumento della newsletter e la marketing automation.


Ma dietro a tutto ciò c’è lui, il BLOG.

Ebbene sì, lui, questo contenitore potenzialmente disordinato di post, storie, news e articoli, che vengono poi taggati e categorizzati nonché conditi di una sana ed abbondate multimedialità, pronti così per essere strillati (con garbo) ai quattro venti.

Ma quali caratteristiche deve avere un blog? Quali funzionalità deve supportare?


L’idea è quella di avere (all'interno o a fianco di un sito web.... oppure "sciolto" in esso all'interno di più pagine, come avviene in questo sito web che stai visitando) uno spazio che abbia la principale funzione di costituire il punto di approdo per i link di approfondimento che verranno inseriti sui social, nella newsletter oltre che nel broadcast di WhatsApp.

Questo spazio è - appunto - costituito dal componente software del blog, inteso come contenitore di più post.


Ma che cosa è un post?

Ogni singolo post dovrà avere:

  • Un titolo (breve ed accattivante)

  • Almeno un elemento multimediale (foto o video)

  • Un breve testo (2 o 3, max 4 righe) introduttivo ed evocativo che presenta e riassume in contenuto del post stesso, destando interesse nel lettore e, allo stesso tempo, strizzando l'occhio ai motori di ricerca in una ottica SEO (Google in primis)

  • Un testo più lungo che dovrà apparire solo a chi clicca sul titolo o sulla foto

Volendo il post potrà anche avere (non obbligatorio, ma possibile):

  • Altre foto o altri video (anche più di uno)

  • Eventuali file allegati (pdf, immagini, ecc) da poter eventualmente scaricare

In aggiunta a tutto questo ogni singolo post dovrà avere:

  • Possibilità di inserire dei tag/delle etichette (meglio se trattasi di quadratini cui mettere un flag, non campo testo a mano libera) per categorizzare ogni singolo post (un post può avere anche più tag)

  • Una data di inizio pubblicazione

  • Una data di fine pubblicazione

In questo modo dovrebbe esser possibile sia far apparire un singolo post un determinato giorno (e quindi nei periodi più tranquilli sarà possibile pianificare e impostare la pubblicazione di determinati post per le settimane successive), sia far scomparire il post in un determinato giorno, senza doverlo rimuovere manualmente (es classico… quello con gli auguri di Natale o quello che annuncia un evento).


Ma soprattutto dovrà esser possibile (grazie al meccanismo di categorizzazione tramite tag) decidere di far apparire un post su più pagine e sottopagine del sito contemporaneamente, pur inserendo il post (o modificando il post all’occorrenza) una sola volta.

Esempio: il post che presenta una ricetta di un piatto tipico inserito a menu, potrebbe essere inserito nel blog venendo categorizzato con i tag “prima pagina” e “ristorante”. Questo permetterà di veder apparire il titolo, la foto e il breve testo introduttivo sia nella homepage, sia nella pagina dedicata al ristorante.

Il post dedicato invece ad un evento potrà essere categorizzato in modo diverso e quindi potrà apparire in pagine diverse.

Andando invece sulla pagina vera e propria del Blog, lì i post potranno essere visualizzati tutti (tranne quelli fatti sparire in automatico in quanto scaduti).


Ultima cosa: la homepage.

Consiglio che in homepage ci siano due diversi “spazi” dove far apparire i post.

Ci saranno alcuni post che rivendicano massima visibilità (max 3 o 4 simultaneamente) e per essi si potrebbe pensare ad un rotator in bella evidenza: questo potrebbe essere uno spazio intitolato “In evidenza”. (qui appariranno i 3 o 4 post che si sceglie di taggare - appunto - come “in evidenza”).

Ci saranno poi altri post che meritano di finire in homepage, pur non essendo così importanti da dover apparire tra quelli in evidenza: per questo motivo si immagina la possibilità di visualizzarli in un’area (box che potrebbe essere intitolato “Approfondimenti”) collocata in homepage ma in posizione marginale (ad es. anche in fondo alla homepage, oppure a lato, come se fosse una sorta di “articolo di spalla”) e comunque in modo un po’ meno evidente.