ACCOMPAGNAMENTO AL CAMBIAMENTO

Non è solo colpa della pandemia o dello smartworking “obbligatorio”. Le nuove tecnologie stanno rivoluzionando il nostro modo di vivere e di lavorare. Il cambiamento epocale non ha riguardato solo il mondo dei consumi ma anche il modo di accedere alle informazioni, di partecipare alla vita sociale, di produrre bene e servizi, di fare acquisti, ecc. ecc..

tenere la mano.jpg

IL MIO
SUPPORTO

Un cambiamento che deve essere accompagnato, perché le idee ed i progetti camminano sulle gambe della gente e perché proprio le risorse umane costituiscono il più importante patrimonio di ogni azienda ed organizzazione.

Le nuove tecnologie digitali ed internet hanno stravolto i paradigmi tradizionali, abbattendo sia molti dei vincoli temporali cui eravamo abituati a sottostare (oggi di fatto siamo nell’epoca del Just in Time), sia vincoli geografici, così da spalancare le porte non solo alla delocalizzazione, ma anche all’interazione a distanza: poter lavorare a distanza, accedendo a tutto il patrimonio informativo aziendale in treno come a casa non va visto come un obbligo dovuto al covid, ma come un’opportunità che può garantire un vantaggio competitivo. Un cambiamento ineluttabile, ma soprattutto richiesto dal mercato e dal tessuto produttivo. Un cambiamento che offre nuove opportunità ed occasioni di crescita e sviluppo. Si pensi a come sono cambiate le cose con l’introduzione di moneta elettronica, booking on-line ed e-commerce e al sempre più diffuso utilizzo in ambito aziendale di piattaforme di Customer Relationship Management, di Enterprice Resource Planning o, più semplicemente, a come oggi sia ormai abitudine per una piccola realtà commerciale aggiornare il proprio sito web attraverso semplici ambienti di Content Management System, vendere i propri prodotti attraverso piattaforme di e-commerce o comunicare con i propri clienti tramite Facebook o WhatsApp.
Condivisione di informazioni e lavoro collaborativo: sono questi due aspetti a costituire il denominatore comune delle grandi innovazioni tecnologiche. I flussi informativi generati nei diversi processi di produzione di un bene o di erogazione di un servizio devono oggi poter essere resi fruibili a distanza e in modalità asincrona, ovvero eliminando il più possibile i vincoli di spazio e di tempo cui eravamo abituati a fare riferimento. Le nuove tecnologie permettono di lavorare assieme a distanza ad un medesimo progetto; diverse filiali e diversi punti vendita di una stessa realtà possono scambiarsi informazioni in tempo reale come se fossero collocati all’interno di una sola sede; i prodotti di uno shop on-line possono essere caricati in piattaforma anche in telelavoro da casa.
La rivoluzione digitale ha già iniziato a determinare un forte cambiamento in ambito lavorativo, portando alla nascita di un contesto multifunzionale, in continua e rapida evoluzione. L’ufficio sta diventando sempre più virtuale e sempre meno legato ad un luogo fisico, perché l’impresa stessa sarà fatta sempre meno di carta e sempre più spesso di flussi informativi gestiti in digitale. E tutto questo non è colpa o merito della pandemia: il processo era iniziato già da tempo e se nei prossimi mesi, a pandemia superata, questa trasformazione è destinata a proseguire, tutto si spiega in modo semplice: le nuove tecnologie consentono di abbattere i costi di produzione dei beni e di erogazione dei servizi garantendo al contempo una maggiore qualità garantita al cliente. 

Esperienze, storie, racconti